Microscopio Endodontico

Negli ultimi anni in particolare in campo endodontico (la branca che si occupa della devitalizzazione dei denti) sono stati fatti passi da gigante e ci sono state continue innovazioni che hanno portato a vere e proprie rivoluzioni. Tra tutte l’avvento del microscopio operatorio rappresenta sicuramente la più importante.

La bocca è un luogo buio, piccolo e di difficile accesso e l’uso del microscopio può fare assolutamente la differenza. Fino a poco tempo fa, un trattamento endodontico veniva eseguito praticamente alla cieca, affidandosi solo alla sensibilità tattile, all’esperienza e alle radiografie che molto spesso traevano il clinico in inganno. Oggi, grazie a questo strumento, possiamo guardare e vedere l’intero dei canali lungo tutta la loro porzione diritta e spesso si riesce a scorgere perfino l’apice(la porzione finale della radice), in questo modo diventa molto più semplice pure la rimozione di perni e strumenti fratturati, tutti obiettivi che prima dell’avvento del microscopio, venivano considerati una vera impresa e che potevano determinare la prognosi negativa di denti magari fondamentali anche per grandi restauri protesici.

Il poter vedere tutto ciò che una volta il clinico poteva solo immaginare diventa fondamentale in ogni aspetto del trattamento rendendo più semplice ogni fase dalla diagnosi alla conclusione del caso. Immaginate la difficoltà che un odontoiatra poteva avere quando un suo paziente riportava sensibilità sfumata imputabile a tantissime cause tra cui una frattura dello smalto dentinale, se non di tutto dente. Oggi il clinico può semplicemente ispezionare il dente a grandi ingrandimenti (si arriva facilmente a 25x) e può escludere o confermare una simile diagnosi in pochi minuti.

Anche durante una semplice visita, possono essere evidenziati dettagli che passano inosservati ad una visione normale: come  piccole carie interdentali e tartaro sotto gengivale. Condizioni che diagnosticate tempestivamente vengono risolte in maniera veloce e indolore. 

Concludendo, in ogni fase della pratica clinica, non solo in endodonzia, la possibilità di vedere realmente quello che si sta facendo o che si dovrà fare rende tutta la terapia più sicura, più affidabile e più efficacie.

Addirittura i pazienti riferiscono un maggior confort alla poltrona: lavorando con il microscopio operatorio, il clinico ha un maggior controllo e riesce a ridurre al minimo ogni disagio lasciando il paziente comodamente seduto e lavorando nella massima ergonomia.

Il nostro studio possiede questo prezioso strumento, esso viene utilizzato nelle terapie più complesse, in cui ingrandimenti e illuminazioni significative possono fare la differenza.