MAL DI DENTI IN VACANZA

L'estate è un periodo particolarmente rischioso per la salute dei nostri denti. L'esperienza comune ci suggerisce,anche senza indagare in maniera approfondita sulle cause,che i giorni del gran caldo siano teatro di fastidiosi problemi dentali. Tali problemi vanno dalla semplice sensibilità dentale a stimoli termici o a particolari cibi, fino alle infiammazioni della polpa e agli ascessi dentali. Queste condizioni rischiano di rovinare il meritato riposo, spesso da tanto tempo programmato e desiderato. 

Vi sono però delle motivazioni precise, che esulano dalla semplice sfortuna, che spiegano la correlazione tra estate e mal di denti e le andremo adesso ad analizzare suggerendo qualche rimedio in caso di emergenza.

Il caldo favorisce la proliferazione batterica, la temperatura infatti elevata crea il microclima adatto per i batteri che si moltiplicano a velocità elevate. Così i processi cronici (come i granulomi) si acutizzano diventando ascessi e causando il tipo gonfiore delle infezioni dentali. Gli antidolorofici comuni (oki, brufen, moment) riescono solo parzialmente ad attenuare i sintomi dolorosi, e per nulla il gonfiore. L'unico rimedio efficace è l'utilizzo di un farmaco antibiotico. Quest'ultimo tuttavia va assunto solo previa prescrizione medica e necessita di almeno 48h per esplicare il proprio effetto. Un rimedio “casareccio” che può alleviare il gonfiore e quindi il dolore e l'utilizzo di acqua e sale, quest'ultimo richiama i liquidi dall'ascesso dentale e in piccola parte ne favorisce la riduzione. Il ghiaccio, applicato nella zona dolorante riduce l'infiammazione e genera un temporaneo sollievo. Alcune raccomandazioni utili a non esacerbare il dolore e l'infezione sono: dormire con 2-3 cuscini (per contenere la pressione sanguigna nel distretto cranio-facciale), evitare l'esposizione solare e limitare l'attività fisica. 

Il caldo aumenta anche le infiammazioni della polpa dentale (il tessuto nervoso del dente) nei denti con carie profonda o presenza di otturazioni profonde. In presenza di tale patologia dentale l'unica terapia farmacologica efficace è costituita dai farmaci antinfiammatori e analgesici, l'antibiotico risulta inutile. Valgono comunque i rimedi e le raccomandazioni sopra citate (ad eccezione dell' utilizzo di acqua e sale). 

Una causa molto comune (spesso correlata al periodo di ferie) dello scatenarsi del dolore dentale è il volo in aereo. Gli sbalzi pressori durante il volo causano degli stimoli intensi all'interno delle fibre nervose di un dente con una leggera e asintomatica infiammazione, rendendo quest'ultima sintomatica e molto dolorosa, oppure esacerbando i sintomi di un dolore pre-esistente.

L'augurio è che tali consigli rimangano solo nozioni di cultura generale e che non vi servano mai in futuro. Vi ricordiamo comunque che il nostro studio sarà aperto per il periodo di Agosto e che potrete contattarci per ogni vostra necessità.