Alitosisorriso

Ci possono essere cause transitorie come una scorretta igiene orale, alcol, fumo, l’assunzione di alcuni farmaci o la consumazione di alcuni alimenti (cipolla, aglio, ad esempio) che possono mettere a dura prova chiunque vi stia vicino mentre parlate.

Ecco cosa fare per avere sempre un alito fresco:

  • Non bisogna mai tralasciare l’igiene orale: i denti vanno lavati dopo i pasti con spazzolino e filo interdentale. Non dimenticare il pulisci lingua e dentifrici specifici contro l’alitosi.
  • L’alitosi è uno dei campanelli d’allarme di problemi gengivali, è bene effettuare una visita dal proprio dentista, possibilmente paradontologo.
  • Idratare costantemente il cavo orale: bere acqua di frequente è utile anche per non avere la bocca secca.
  • Seguire una dieta equilibrata ricca di vitamine A, B e C.
  • Evitare cibi troppo speziati o ricchi di zolfo (aglio, cipolla, cavoli) e salumi e formaggi.
  • Non saltare i pasti: se non mangiamo e abbiamo fame, il sistema digestivo lavora a vuoto, libera i succhi gastrici causando cattivo odore. Evitare cibi con aglio e cipolla.
  • Evitare cibi da fast food e bevande gasate.
  • Smettere di fumare.
  • Limitare il consumo di alcool.

Usare spezie, aromi ed erbe. Ecco come:

  • finocchio: masticare uno o due cucchiaini a digiuno. Si possono unire al miele o alla tisana di finocchio o anice. Da questo rimedio trarranno beneficio anche la sudorazione, la digestione e la vista.
  • Cardamomo: macinare i semi.
  • Mirra: da usare in colluttorio la tintura di mirra, ideale per le infiammazioni del cavo orale che provocano cattivo odore.
  • Menta peperita: fare dei gargarismi con infusi diluiti in acqua peperita.
  • Argilla: dopo ogni pasto sciacquare la bocca con argilla diluita.
  • Salvia: strofinare lingua e gengive.
  • Ginepro: masticare le bacche di ginepro aiuta ad avere un alito migliore. Non inghiottirle.
  • Chiodi di garofano: masticare. Vedi ginepro.
  • Prezzemolo: da masticare fresco.
  • Clorofilla: perfetta in pastiglie.