REALTA' VIRTUALE UNIDEXX

La tecnica della distrazione è efficace sul 95% dei pazienti, specie i bambini. Questa tecnica NON farmacologica sta ottenendo un grande successo presso i dentisti che hanno scelto di adottare la realtà virtuale per gestire dolore, ansia e noia.

1. Dolore

Dalle ricerche scientifiche effettuate nel mondo sappiamo che la percezione del dolore può essere ridotta fino al 75%. Gli odontoiatri dovrebbero utilizzare il dispositivo, tenendo conto di questa opportunità, su tutti i pazienti adulti e bambini. Il dolore è dolore e viene provocato da uno stimolo esterno che agisce sul sistema nervoso centrale, quindi difficilmente controllabile.


2. Ansia

L’ansia del paziente, benché venga riconosciuta dall’odontoiatra, è difficilmente gestibile. Partendo da qui, l’utilizzo del dispositivo sostiene il paziente e in molti casi.

3. Noia

Questo aspetto in molti casi viene totalmente trascurato. Sarà un fatto culturale ma l’utilizzo del dispositivo qui si dimostra un servizio di eccellenza molto apprezzato. Durante le attività meno invasive come lo sbiancamento o la pulizia, il paziente che trova un servizio di intrattenimento di questo livello ha la percezione di tempi procedurali molto più brevi rispetto al normale.